WhatsApp potrebbe essere escluso dai prossimi smartphone

WhatsApp, possibile addio a Huawei.

In seguito alla recente decisione da parte del governo Statunitense di inserire la Huawei Technologies Co.Ltd. nella lista delle compagnie più pericolose per la sicurezza nazionale, voci di corridoio parlano di un possibile forfait anche da parte di WhatsApp, che eliminerebbe di conseguenza il supporto agli smartphone del colosso Cinese, in linea con quanto hanno già eseguito moltissime aziende americane costrette a rescindere tutti i contratti in vigore fino a pochi giorni fa.

Nonostante le rassicurazioni di Google, che come ben sappiamo è stata la prima a seguire l’ordine del presidente Americano, ai propri utenti già possessori di uno smartphone Huawei riguardo al supporto garantito per i prossimi mesi/anni, la situazione è ben diversa per tutti i nuovi modelli di cellulari  in uscita nei prossimi mesi: ad esempio l’Honor 20 Pro presentato qualche giorno fa dalla sussidiaria Huawei, non ha avuto la certificazione Android e ciò comporterebbe la mancanza dei servizi di base garantiti da Google, quali Google Maps, Google mail etc.

Stesso discorso vale per aziende come Intel, Qualcomm e moltissime altre associazioniche erano coinvoltein programmi di sviluppo insieme a Huawei, le quali hanno anche sospeso la fornitura dei materiali all’azienda Cinese.

La cessazione del supporto da parte di WhatsApp a tutti gli smartphoneHuawei metterebbe a rischio la sicurezza dei dati personali di tutti gli utenti; tuttavia lo staff dell’applicazione non ha ancora confermato né smentito la notizia, a seguito del blocco temporaneo di 90 giorni della decisione presa dal governo Americano: WhatsApp sarebbe obbligata ad eseguire l’ordine di Trump al termine dei tre mesi e di conseguenza tutti gli aggiornamenti dell’applicazione non verrebbero garantiti agli smartphone già in commercio mentre per quelli in uscita non sarà possibile scaricare e installare l’app di messaggistica.

L’azienda Cinese non si è fatta trovare impreparata, pochi giorni fa ha annunciato il rilascio di un proprio sistema operativo su cui lavora da già due anni,  per sostituire quelli Android e se ciò dovesse realizzarsi in tempi brevi possiamo aspettarci una data di uscita entro i prossimi due mesi, un evento tuttavia piuttosto difficile che si avveri in così breve tempo.

L’altra alternativa più plausibile è rappresentata da Aptoide ,uno store di terze parti, in cui è disponibile un APK di WhatsApp, con cui Huawei ha già stretto accordi nel caso il Google PlayStore venga rimosso dai suoi smartphone.