Squatter!

Gianfranco Sorge torna su queste pagine, dopo Profondità emotive, con un nuovo romanzo: Squatter!.

Luna, originaria di Palermo, abbandona la sua famiglia e si trasferisce a Parigi, dove vivrà di stenti in un palazzo fatiscente insieme ad altri squatter come lei. Le vicende di Luna si intrecceranno improvvisamente con quelle di Dito (clochard greco senza dita di una mano) ed Occhio (barbona che colleziona occhi finti). Vittima di un rapimento e convinta di avere origini aliene, Luna vivrà la sua vita tra continui eccessi ed imprevisti.

Gianfranco Sorge dà nuovamente prova della sua originalità e della sua capacità di scavare a fondo nell’esistenza umana, dando qui voce ad una categoria di persone (quella degli squatter, occupatori abusivi) che vive quotidianamente ai margini della società come veri e propri fantasmi.
Forte di una scrittura scorrevole e di una dettagliata caratterizzazione psicologica dei personaggi, il romanzo cerca di sensibilizzare il lettore verso i reietti della società, descrivendone fragilità, manie, ansie, istinti autodistruttivi.
L’eccesso, vero protagonista della vita di Luna e dei suoi compagni, lo si percepisce anche nel linguaggio utilizzato e nelle scene (soprattutto quelle di sesso) descritte in modo molto realistico dall’autore.