Sopravvissuti

  • Sopravvissuti di Mirca Ferri è una breve ma intensissima raccolta di racconti che focalizza l’attenzione sulle storie di persone comuni che si spingono a compiere sacrifici estremi pur di raggiungere l’obbiettivo che si sono proposte: la possibilità di sopravvivere e di riuscire a vivere una vita migliore, lontano dai pericoli e dagli orrori da cui sono in fuga.
    Ben presto si rendono conto che la speranza di riuscire ad avverare il sogno che stanno perseguendo si scontra con la dura e spaventosa realtà del presente, rappresentata da un mondo che non perdona i più deboli e in cui solamente i più forti riescono a sopravvivere.
    Un migrante che attraversa il mare per raggiungere l’Italia, una prostituta, una ragazza anoressica, un’orfana di guerra e una ragazza vietnamita innamorata e infine una studentessa che vive sulla propria pelle gli orrori della strage di Bologna: personaggi che vivono in tanti contesti diversi in periodi temporali differenti ma ciò che li accomuna è proprio la speranza che tutti questi individui hanno di riuscire a migliorare la propria vita, mettendo in luce quel durissimo contrasto fra l’illusione di potercela fare e la disperazione di avere fallito.

    Nessuno di questi personaggi – o quasi- riesce nel proprio intento e dopo tanta sofferenza si ritrovano a subire ferite ancora più doloranti non rimarginabili.
    È un libro che vuole essere una dedica a tutte quelle persone che loro malgrado soccombono ad una società che le sfrutta senza porgere alcun aiuto e dimenticandole, nonostante tutti i loro sforzi a volersi integrare per riuscire a sopravvivere.
    Sopravvissuti che sono abbandonati nell’oblio assoluto.