Nithràl

“Nithràl”, di Francesco Leo, è il secondo capitolo della saga fantasy “Il ciclo della rinascita”.

In questo secondo capitolo Viktor continua il lungo cammino per sconfiggere Zergh e per riportare la pace nelle terre di Mirthya. Ad affiancarlo gli amici di sempre (l’amata Selene e il fratello Gabriel) ma anche nuovi alleati (in particolar modo la regina degli elfi Gaudriel e il suo popolo). Tra antiche profezie, segreti inconfessabili, scontri frontali, sacrifici, flashback, addii, formule e creature magiche, “Nithràl” si concluderà con un finale inaspettato.

Punto di forza del romanzo, come per il capitolo precedente, è la trama, con i suoi colpi di scena e gli intrecci sapientemente orchestrati. Il tema dell’amore e quello del sacrificio sono tra i punti cardine del sequel di “Viktor”.

Francesco Leo riconferma la sua capacità di catapultare il lettore in un mondo magico come quello di Mirthya, attraverso descrizioni realistiche e precise, una dettagliata caratterizzazione psicologica dei personaggi e una fervida immaginazione. Ben scritto, il romanzo riesce ad attirare l’attenzione del lettore e ad incuriosirlo pagina dopo pagina (nonostante la sua vasta mole).

Attesissimo il terzo ed ultimo capitolo della saga “Il ciclo della rinascita” (e rinnovo il mio personale augurio all’autore di poterne vedere, in un futuro prossimo, una trasposizione cinematografica). A Mirthya tornerà finalmente a regnare la pace?