L’idea fissa

l'idea fissa

L’idea fissa” di Mario Grasso è un romanzo psicologico – giallo, che lascia spazio anche a tematiche erotiche – romantiche.

Protagonisti del romanzo sono Iole (ragazza laureata in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche, alla ricerca di denaro per poter aprire una propria farmacia) e Yoel (ragazzo disabile per cause psicologiche); a loro si affiancano Geppo (compagno di scuola di Iole uscito di recente di prigione) e Marta (sorella di Yoel, con il quale nasconde un profondo segreto).
La loro vita sarà ben presto sconvolta da terribili segreti e attimi di pura follia, dai quali non poter far più ritorno.

L’autore è in grado di appassionare il lettore pagina dopo pagina, anche grazie alla caratterizzazione psicologica dei personaggi (verso i quali lo stesso Grasso prova molta empatia) e ai colpi di scena finali.
“L’idea fissa” sottolinea diversi aspetti dell’esistenza umana: la frustrazione per un destino che non può essere cambiato, l’imprevedibilità dell’inconscio umano, le innumerevoli difficoltà affrontate quotidianamente dalle persone disabili (anche in campo sessuale), i limiti che spesso si superano per raggiungere i propri obiettivi.

“L’idea fissa”, tra filosofia e psicologia, spinge alla riflessione il lettore e lo fa fino all’ultima pagina.