Intervista a Viviana Borrelli

Dopo aver recensito il suo libro “Vampire story: il risveglio del fuoco, l’autrice, Viviana Borrelli, ha risposto così alle nostre domande.

 – Ciao Viviana, com’è nata la tua passione per la scrittura? Ho sempre letto tantissimo, fin da piccola. Il genere fantasy è sempre stato il mio preferito, così come i manga giapponesi. Ho anche una grandissima passione per i telefilm e spesso, quando facevano il “salto dello squalo” (la fase nella quale perdono qualità ed arrivano alla chiusura dello show), fantasticavo su sviluppi narrativi diversi. Grazie ai siti di scrittura, ho iniziato a postare alcune storie, sia riguardanti i telefilm che i manga, prediligendo il genere yaoi.

 –  Come ti è venuta l’idea di ambientare il tuo fantasy a Tokyo e non in un altro paese?

 Nasce dalla mia passione per i manga e gli anime giapponesi, sin da piccola sono sempre stata affascinata da questa cultura così diversa dalla mia. Tokyo è l’ambientazione del 90% dei manga giapponesi, mi è molto familiare perciò l’ho scelta come location della mia storia.

 – Com’è nato il personaggio principale Haruki?

 Haruki e Shun, in quanto protagonisti della storia, li ho creati insieme. L’uno non esisterebbe senza l’altro.Volevo che sembrassero all’apparenza agli antipodi, per poi far notare quanto si somigliassero nella sostanza.Haruki è appassionato di tutto ciò che è tecnologico; Shun odia il rumore e la confusione. Haruki si è dovuto scontrare sin da piccolo con l’ipocrisia e la cattiveria della gente, mentre Shun è nato e cresciuto in una famiglia solida ed affettuosa.Ciò che hanno in comune è l’amore e il rispetto reciproco, il mettere le esigenze dell’altro al primo posto. Il desiderio di protezione nei confronti di coloro che amano e la passione per il basket. Sono fedeli a loro stessi e leali.

 -Hai intenzione di dare un seguito al tuo romanzo?

 Vampire Story sarà composta da 5-6 romanzi.

È una storia piuttosto complessa, con tantissimi personaggi di cui parlerò man mano che la trama si svilupperà.

 – Quali sono i tuoi progetti letterari per il futuro?

 Attualmente sono impegnata con la stesura del secondo volume di VS e, subito dopo, inizierò il terzo.Vorrei anche dedicarmi ai libri illustrati e ad una nuova serie fantasy/fantascientifica. Sono progetti che già stanno prendendo forma ma, al momento, VS è la mia priorità.

 

 – Questo tuo primo libro ti ha portato le soddisfazioni che desideravi?

 Quando ho scritto questo romanzo non avrei mai immaginato di vederlo pubblicato. Trovarmelo tra le mani è stata una emozione davvero molto forte. Ancora non mi sembra possibile di aver pubblicato sul serio un romanzo.

Quando ricevo delle email o dei post dai lettori che mi parlano di VS e/o di uno dei protagonisti con un entusiasmo travolgente, questa è davvero la mia più grande soddisfazione. L’aver creato un gruppo di amici le cui vicende stanno appassionando i lettori.