Il mago del nulla

Il mago del nulla Alessandro Casalini

Il mago del nulla è il sesto romanzo di Alessandro Casalini.

Protagonista de Il mago del nulla è Wiz, il plurimiliardario informatico di fama mondiale che ha rivoluzionato il mondo attraverso una piattaforma virtuale dal nome WizConnect, il primo social network in grado di coinvolgere tutti e cinque sensi e far vivere agli utenti un’esperienza a 360 gradi (accorciando le distanze tra persone dislocate in punti diversi del pianeta e dando una nuova connotazione al sesso virtuale).

Wiz, marito e padre esemplare, si ritroverà però improvvisamente a dover fronteggiare un tumore al cervello ed una serie di voci che inizieranno a risuonare nella sua testa in seguito all’operazione al cervello subita. Da quel momento la vita di Wiz è completamente sconvolta; si lancerà, infatti, in un lungo viaggio verso l’autodistruzione da Cesenatico fino al Caponord.

Mentre la sua auto rossa fiammante è a tutta velocità diretta nelle acque di Capo Nord, Wiz scoprirà una terribile ed inaspettata verità. Quale sarà il destino di Wiz e della sua piattaforma virtuale?

Gli interminabili dialoghi tra Wiz e le voci nella sua testa sono un vero e proprio espediente narrativo dalla molteplici funzioni: rendono molto complessa la trama nella parte iniziale, contribuiscono a dare quel pizzico di ironia e di sarcasmo al romanzo ed assumono un ruolo di fondamentale importanza nella caratterizzazione psicologica del protagonista.

Tra avventure estreme e tecnologie sofisticate, il romanzo è in grado di appassionare il lettore pagina dopo pagina, catapultandolo nella vera essenza del romanzo con il sorprendente ed inaspettato finale (in grado sia di stupire il lettore che di chiarirgli e rendergli di più facile lettura l’intera trama).

Alessandro Casalini, autore de Il mago del nulla, coinvolge con maestria il lettore anche sfruttando (e spiegando) ciò che ha ispirato la sua scrittura (e lo fa in due modi: introducendo ciascun capitolo con un brano musicale che ne coglie lo spirito e spiegando nell’appendice ciò che ha contribuito alla stesura del romanzo stesso).