Costellazione di brufoli

Mauro Colarieti ci ha proposto il suo romanzo “Costellazione di brufoli” un libro decisamente attuale che ha come tema principale l’omosessualità. A contrario di come si può immaginare il libro sottolinea come gli atteggiamenti omofobici stiano piano piano sparendo.

Abbiamo come protagonisti due ragazzi sedicenni completamente diversi tra loro. Fabrizio, classico figlio di papà, a cui non manca nulla e che inizia la sua metamorfosi dopo essere entrato a far parte della “gang” di gay più famosa di Brescia. Tra alcool, festini, e sesso, Fabrizio si immergerà completamente in un mondo che prima forse disprezzava ma che irrimediabilmente gli cambia l’adolescenza, catapultandolo in nuove sensazioni.

Lohn invece non ha avuto un “inizio facile” (ma per fortuna non diventa il Mr Gray dei maschi,chiedo scusa per la parentesi ironica) orfano vive con gli zii che non hanno buone possibilità economiche,tanto che sarà costretto a lavorare. Lohn inoltre ha problemi di peso e di socializzazione ma troverà anche lui una buona stella durante il racconto.

Il romanzo si presenta molto bene, vari riferimenti a canzoni e testi famosi e non,aiutano la narrazione, i pezzi,infatti, incastrati dolcemente nel racconto ne fanno quasi da mini sunto delle sensazioni dei personaggi.

Il linguaggio utilizzato è un gergo molto giovanile che purtroppo non potrebbe essere chiaro a lettori con età superiore ai 30 anni ma trama, seppur semplice non diventa scontata, molto scorrevole e poco noiosa.

Il libro è decisamente vero e riesce a mettere a nudo senza alcun tipo di censura verità giornaliere di adolescenti non troppo facili, alle prese con la vita che non sempre è come desideriamo (Lohn) o lo è pure troppo (Fabrizio)

A tratti molto “gossip girl” il racconto ha in se anche qualche venatura ironica niente male, le sensazioni dei personaggi riescono a diventare, per chi si sente tirato in gioco, anche le proprie.

Un inizio niente male per questo giovane scrittore.

Angela Costagliola